Scrivo Storie

Nuova collaborazione con I Love Parquet: L’amata

Salone del Mobile 2018. Quest’anno ha un senso in più per me. Sul numero di questo mese di I Love Parquet esce la prima puntata de “L’amata”, un romanzo in cui ho fatto protagonista un listone di parquet. Insolito il personaggio e preziosa la collaborazione con questa rivista fatta con cura, passione e attenzione da Federica Fiorellini, coraggiosa editrice. Trovate …

Stanza anonima

Chiunque dovrebbe avere una stanza privata, arredata come crede ma obbligatoriamente insonorizzata. Potrebbe entrarci ogni volta che occorre e farci quello che preferisce mentre il tempo scorre. Il dettaglio dell’insonorizzazione avrebbe una precisa funzione: piuttosto che riversare nel mondo il proprio stato di frustrazione la stanza verrebbe

Killer

Cocktail per il killer d’entusiasmo. A te, diavolo, offro questa pensata. Ho inventato un menu con una mousse all’occasione mancata, un sorbetto di fiducia sfilacciata, un cabaret di emozione saltata. Non ti piace niente, picchietti con le dita sul tavolo allora tieni i miei occhi mettili dentro un martini, caro diavolo se è saporito il mio velo di tristezza firmerai un nuovo cocktail: analcolica …

Nella valle delle slide

Nella valle delle slide si incammina una non più giovane copy strategist dai capelli bianchi. Osserva gli alberi dei flussi, annusa i refusi appena sbocciati, tocca con mano la consistenza di un concept piantato con tanta fatica e se ne compiace. Ripensa ai brainstorming silenziosi e solitari utili ad arrivare sul picco della brand awareness e sorride, mentre la nuvola …

Sotto i tetti*

Che bella parola “casa”. 
Nel mio personale “dizionario affettivo delle cose” sta al primo posto. 
Lo è sempre stata sul podio, saldamente. Prima di pronunciare il “sì” matrimoniale ho pronunciato un “sì voglio abitare qui”. Quando quel “sì” vestito di bianco è diventato un “non più” vestito di grigio, la mia casa c’era. C’è. C’è per me e mia figlia. …

Quello che manca*

Ci risiamo. Ecco un altro sintomo. Siamo diseducati. Attenzione diseducati non vuol dire maleducati. Diseducati significa che qualcosa ha corrotto quel sistema di regole, sufficientemente buone, che ci avevano impartito quando eravamo “curiosi”. Tre secondi di riflessione. Lo sguardo perso nel vuoto. Occorre ammetterlo. Annoveriamo tra i mali che le future generazioni ci addebiteranno anche questo. La diseducazione. Che ci …

Donna si diventa*

Quando mi è stato chiesto di scrivere un pezzo sulla “donna” ho accettato con entusiasmo. Era tempo di campagna elettorale e avevo la sensazione che come al solito sulle donne si dicessero sempre le stesse cose e che le famose quote rosa fossero oramai un ritornello per recuperare voti più che una reale convinzione di parità. Immaginavo un pezzo di …

Tutti i santi giorni

L’altra sera ero in ritardo, camminavo velocemente, attraversavo la strada senza curarmi di guardare prudentemente a destra e a sinistra. Avevo fretta. Molta fretta. All’improvviso un uomo mi ferma e mi dice: – Lei non dovrebbe attraversare la strada col rosso. Gli sorrido impacciata e pronuncio uno svogliato: – ma certo, lo so. Poi mi squilla il cellulare e il …