Poveri neonati

Intorno al pancione di una donna c’è un gran vociferare, un gran dire. Dai corsi di accompagnamento alla nascita, diretti da ostetriche estremiste e seguiti da future madri spaventate, fino al “rooming in estremo” non si fa che promuovere la “vita intrauterina”.
Intorno al neonato e alla neomamma quelle voci sparse si trasformano poi in un coro. E il coro canta la stessa lagna, ovunque ti giri senti l’angosciante ritornello: “Tu non conosci i bisogni di tuo figlio”… Leggi tutto “Poveri neonati”

Prossima uscita Futuro

Sono nata professionalmente all’alba del web 1.0, cresciuta in quel parco tutta erba e pochi alberi in cui ciò che si faceva era tradurre e connettere informazioni. Si partiva dall’offline con una missione chiara: depositare l’informazione nella culla artificiale dell’HTML.
La passività di quell’operazione oggi appare come un dinosauro agonizzante, ultimo della sua specie. L’informazione veniva semplicemente presa e spostata, il confine era netto e spesso, un grande muro alto che pochi potevano attraversare a patto che conoscessero parole segrete e formule magiche impronunciabili. L’FTP era il bastone magico di Mago Merlino. Il parco non faceva rumore, c’era il silenzio… Leggi tutto “Prossima uscita Futuro”

33

Il più piccolo numero palindromo e nel contempo un’età che si specchia.

“Cosa vede in quello specchio?” chiedono al numero.

“Vedo quello che c’è e quello che non c’è, se mi sposto un po’ vedo quello che c’è stato e per certe punte è stato grandioso e per altre meno. Vedo anche davanti a me e ci sono nuove punte all’insù e nuove punte all’ingiù, non le so chiamare ora, saranno movimenti alterni, come sempre”… Leggi tutto “33”

Si è aperta una finestra?

Ci sono volte in cui vorresti capire meglio ma non hai tempo. Ci sono volte in cui capisci solo una parte e il resto rimane ignoto, nascosto, lontano dalla reale comprensione, piantato in una zona di reale che non ha indicazioni stradali per arrivarci. Forse non si può camminare fino a quella zona. Forse delle volte è bene fermarsi a quello che il panorama offre senza azzardare altro. Puoi immaginare, puoi avere dubbi e farci quello che vuoi con i dubbi, nessuna realtà da accettare ma solo una zona di “boh” da costruire con desideri e bisogni… Leggi tutto “Si è aperta una finestra?”

Segni e disegni

Qualcuno prima o poi dovrà fare qualcosa, ingegnarsi al più presto, progettare un sistema di calcolo che avverta per tempo il realizzarsi di una coincidenza. Ho sentito dire che le coincidenze sono solo “momenti di attenzione ad un particolare che cogliamo perchè lo stiamo elaborando proprio in quel momento”. Può darsi, ma non mi convince.
Cos’è la coincidenza?
L’etimologia di coincidenza tira dritto fino a decretare: coincidenza= cadere dentro.
Cadere dentro a cosa? Al pensiero nel momento stesso in cui lo formuliamo?
Cadere dentro dove? Al punto in cui due fatti si incrociano?
Cadere dentro quando? Al momento dello svolgersi di due fatti contemporaneamente?
Boh… Leggi tutto “Segni e disegni”